Matrimonio Sì, matrimonio No

Perché essere contrari al matrimonio? Avete mai pensato a quanto sia sessista? L’avete mai inserito in un contesto storico di discriminazione della donna? Per secoli, e forse anche oggi in qualche zona d’Italia se vogliamo restringerci al nostro campo, il matrimonio non è stato altro che un acquisto della donna da parte dell’uomo. Preparava la dote, la […]

Presidenti di Regione: processi e condanne

(aggiornato al 29/01/2014) Forza Italia Ugo Cappellacci – SARDEGNA. Rinviato a giudizio per abuso d’ufficio. Indagato per bancarotta (caso Crap Set Italia). Lega Nord Roberto Cota – PIEMONTE. Indagato per peculato, finanziamento illecito dei partiti e truffa. Indagato per lo scandalo “Rimborsopoli”. Roberto Maroni – LOMBARDIA. Condannato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Partito Democratico Enrico Rossi – TOSCANA. Indagato per falso […]

Renzi tra Putin ed Erdogan

Soglia di sbarramento all’8%! Un punto percentuale in più della Russia e tre in meno della Turchia. L’Italia diventerebbe un’eccezione nel panorama europeo, dove le soglie di sbarramento oscillano tra i 3 e i 5 punti percentuali. Con un solo colpo Renzi si libererebbe di tanti partiti e porterebbe in Parlamento, probabilmente, solo il Pd, […]

Linguaggio di genere #1: Dottora, Dottrice, Dottoressa

Pensiamoci: lettore, lettrice; pittore, pittrice; traduttore, traduttrice…le parole che finiscono al maschile in -tore terminano in –trice al femminile. Ciò deriva dal latino: le parole in -tor al maschile si tramutavano in -trix al femminile. Non tutte le parole però riescono col buco! Come mai, ad esempio, la parola dottore al femminile diventa dottoressa e non dottrice? Semplicemente per l’uso sessista della […]

Io voto #Civati

Perché Civati? Perché le primarie del Pd dopo la delusione delle passate primarie? Il Paese è a un bivio, come spesso accade. Quasi sempre è stata presa la strada sbagliata. Inseguendo Monti e Casini e non guardando a Ingroia e Di Pietro a sinistra. Eleggendo Napolitano e non Rodotà, aprendo quindi alle larghe intese. A […]

Il Papa distribuisca preservativi, non “Misericordina”

Chi ha bisogno del Papa farmacista? Sono milioni i morti per AIDS nell’Africa subsahariana, ma Francesco preferisce distribuire piuttosto che preservativi. Nessuna rivoluzione: un gesto puramente comunicativo. Bergoglio non affronta la questione della contraccezione in maniera diretta, ma preferisce inventare spot infantili. Un preservativo, invece, ti salva la vita.

Gay e lesbiche: “O Civati o si muore!”

Il Partito democratico continua il suo lento (?) spostamento verso il centro, anzi verso il centro destra si potrebbe dire date le “larghe intese”. A maggior ragione se si tratta di diritti civili, in particolare di diritti per i 3 milioni di omosessuali italiani.