PdL OFFLINE

Le prime elezioni da quando Berlusconi non è più Presidente del Consiglio hanno dato ottimi segnali. Il PdL sta morendo. Gli italiani, dopo anni di barbarie democratiche, stanno capendo cosa c’è dietro (se non avanti) quel partito incarnante la peggior faccia dello stato italiano.

Il partito che 4 anni fa raggiungeva il 37% dei voti alle elezioni nazionali adesso non raggiunge in nessun capoluogo di provincia il 30%. E cade in ben 10 capoluoghi sotto il 10%…

insomma…si sente aria di Terza Repubblica?

Dati PdL alle elezioni comunali nei capoluoghi di Provincia (6-7 maggio 2012):

Alessandria: 14%

Agrigento: 17%

Asti: 17%

Belluno: 10%

Brindisi: 9%

Catanzaro: 13%

Como: 14%

Cuneo: 8%

Frosinone: 19%

Genova: 9%

Gorizia: assente

Isernia: 17%

La Spezia: 12%

L’Aquila: 8%

Lecce: 28%

Lucca: 9%

Monza: 19%

Palermo: 9%

Parma: 5%

Piacenza: 22%

Pistoia: 17%

Rieti: 15%

Taranto: 7%

Trani: 29%

Trapani: 16%

Verona: 6%

segui questo blog su AngeliSenzaDemoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...