il PdL tradisce l’elettorato sull’abolizione delle Province

“Delle province non parlo perchè tanto vanno abolite”

“E’ necessario eliminare le province”

“Le province sono tutte inutili e fonte di costi per i cittadini. E’ pacifico che debbano essere abolite”

(Berlusconi in campagna elettorale – febbraio, marzo 2008)

13.10.2009. Roma. Rinviata sine die la proposta di riforma costituzionale sull’abolizione delle province. Portata avanti dall’Italia dei Valori e sostenuta dall’UDC, è stata bocciata da una questione sospensiva presentata dal Popolo della Libertà.

261 sono stati i si alla sospensione della riforma (PdL più Lega Nord), mentre ha votato contrariamente tutta l’opposizione (253 no, 2 gli astenuti).

Traditi così gli elettori del centro destra, ai quali Berlusconi aveva più volte promesso la cancellazione dei costosi enti locali.

Il Sole 24 ore ha lanciato immediatamente un sondaggio dal quale risulta un’ampia maggioranza della popolazione favorevole all’abolizione delle suddette.

Le 110 Province Italiane dunque rimarranno così…immobili e ferme…continuando ad appesantire burocrazia e costi politici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...